ECONOMIA
  by  Published: martedì 18 aprile 2017 16:30:47

Legge su etichettatura latte, plauso del Gruppo Grifo Agroalimentare

La cooperativa da anni garantisce la provenienza del latte ‘100% Umbria’. Carlo Catanossi: il provvedimento era necessario nonché auspicabile da tempo

 

(AVInews) – Perugia, 18 apr. – Precursore e sostenitore da anni della necessità di indicare l’origine del latte e dei prodotti da esso derivati, con un attento controllo dalla mungitura al confezionamento fino alla commercializzazione, il Gruppo Grifo Agroalimentare guarda con favore all’entrata in vigore, da mercoledì 19 aprile, del decreto del 9 dicembre 2016, in attuazione del regolamento Ue numero 1169 del 2011, che prevede l’obbligo di indicare su tutte le confezioni di latte e suoi derivati l’origine delle materie prime.

L'impegno della cooperativa. Da diversi anni il latte fresco alta qualità della cooperativa umbra riporta in etichetta il viso del produttore umbro che lo ha prodotto a garanzia dell’origine e della qualità del latte che risponde a parametri igienico sanitari rigorosi e che Grifo Latte fece propri sin dalla sua nascita nel 1969. Il ‘100% Umbria’ è l’indicazione che accompagna i prodotti targati Grifo a garanzia della provenienza del latte che viene raccolto dalla cooperativa umbra direttamente dai suoi soci conferitori nella regione, per poi essere confezionato o trasformato nei suoi stabilimenti, anche questi in territorio umbro, prima di essere commercializzato in tutto il centro Italia e non solo.

L'indicazione di provenienza. “Il Gruppo Grifo Agroalimentare – ha commentato il presidente della cooperativa Carlo Catanossi – si è fatto nel tempo portatore della istanze dei produttori prima e dei consumatori poi sulla necessità di indicare la provenienza del latte sottoposto a un controllo rigoroso lungo tutto la filiera. Soprattutto dopo l’abolizione delle quote latte nel 2015, in vigore dal 1984, la nostra cooperativa ha continuato a puntare sul latte umbro, proveniente esclusivamente dagli allevamenti dei soci, a garanzia del consumatore e della bontà del prodotto, per la difesa del latte italiano”.

Il provvedimento. “Una legge che imponga l’indicazione dell’origine del prodotto – ha concluso Catanossi – era necessaria per tutelare il comparto: guardiamo con molto favore e ottimismo alla sua entrata in vigore”.

 

Carla Adamo



ARTICOLI CORRELATI
ECONOMIA
Sorgerà a Perugia la nuova sede per i servizi post vendita e gli uffici direzionali. La concessionaria quest’anno chiuderà con 55 milioni di euro di...
17/11/2017 - Perugia
ECONOMIA
Giovane realtà con 90 aziende associate e un parco veicoli di 1.500 mezzi. Sabato 18 novembre alle 10.30 a Balanzano di Perugia. Presente il segretario...
16/11/2017 - perugia
ECONOMIA
Dal primo gennaio novità per la valutazione del rischio e la concessione delle garanzie. In nove mesi la banca ha concesso crediti diretti coperti dal Fondo...
07/11/2017 - Perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
EVENTI
Il tartufo bianco cattura l’attenzione ma tanti sono i...
18/11/2017 - Valtopina
EVENTI
Circa 70 stand enogastronomici oltre ad attività...
17/11/2017 - Valtopina
EVENTI
L’esperto Carlo Guidi guiderà i visitatori in una...
17/11/2017 - Perugia
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
Torna l’appuntamento col gusto a Valtopina per la 37esima Mostra mercato del tartufo in programma, come da...
17/11/2017 - Valtopina
ico video
Il centro storico di Magione vetrina per l’olio e le produzioni tipiche del territorio in occasione della...
17/11/2017 - Magione