ECONOMIA
  by  Published: martedì 18 aprile 2017 16:30:47

Legge su etichettatura latte, plauso del Gruppo Grifo Agroalimentare

La cooperativa da anni garantisce la provenienza del latte ‘100% Umbria’. Carlo Catanossi: il provvedimento era necessario nonché auspicabile da tempo

 

(AVInews) – Perugia, 18 apr. – Precursore e sostenitore da anni della necessità di indicare l’origine del latte e dei prodotti da esso derivati, con un attento controllo dalla mungitura al confezionamento fino alla commercializzazione, il Gruppo Grifo Agroalimentare guarda con favore all’entrata in vigore, da mercoledì 19 aprile, del decreto del 9 dicembre 2016, in attuazione del regolamento Ue numero 1169 del 2011, che prevede l’obbligo di indicare su tutte le confezioni di latte e suoi derivati l’origine delle materie prime.

L'impegno della cooperativa. Da diversi anni il latte fresco alta qualità della cooperativa umbra riporta in etichetta il viso del produttore umbro che lo ha prodotto a garanzia dell’origine e della qualità del latte che risponde a parametri igienico sanitari rigorosi e che Grifo Latte fece propri sin dalla sua nascita nel 1969. Il ‘100% Umbria’ è l’indicazione che accompagna i prodotti targati Grifo a garanzia della provenienza del latte che viene raccolto dalla cooperativa umbra direttamente dai suoi soci conferitori nella regione, per poi essere confezionato o trasformato nei suoi stabilimenti, anche questi in territorio umbro, prima di essere commercializzato in tutto il centro Italia e non solo.

L'indicazione di provenienza. “Il Gruppo Grifo Agroalimentare – ha commentato il presidente della cooperativa Carlo Catanossi – si è fatto nel tempo portatore della istanze dei produttori prima e dei consumatori poi sulla necessità di indicare la provenienza del latte sottoposto a un controllo rigoroso lungo tutto la filiera. Soprattutto dopo l’abolizione delle quote latte nel 2015, in vigore dal 1984, la nostra cooperativa ha continuato a puntare sul latte umbro, proveniente esclusivamente dagli allevamenti dei soci, a garanzia del consumatore e della bontà del prodotto, per la difesa del latte italiano”.

Il provvedimento. “Una legge che imponga l’indicazione dell’origine del prodotto – ha concluso Catanossi – era necessaria per tutelare il comparto: guardiamo con molto favore e ottimismo alla sua entrata in vigore”.

 

Carla Adamo



ARTICOLI CORRELATI
ECONOMIA
Tra i servizi offerti ci sono toelettatura, addestramento indoor e outdoor e idroterapia per cani - L’inaugurazione è sabato 23 settembre alle 15 in via...
20/09/2017 - Corciano
ECONOMIA
Organizzato da Collegio di Perugia in collaborazione con l’Associazione geometri di Foligno. Corso di aggiornamento venerdì 22 settembre all’auditorium...
19/09/2017 - Foligno
ECONOMIA
Settimana decisiva per i lavoratori per l’incontro tra azienda, Rsu e organizzazioni sindacali. Presidio Fai, Flai e Uila davanti alla sede perugina di...
19/09/2017 - Assisi
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
ECONOMIA
Tra i servizi offerti ci sono toelettatura,...
20/09/2017 - Corciano
SOCIETÀ
Progetto ‘Il giorno delle stelle’ promosso...
20/09/2017 - Perugia
EVENTI
Il cartellone fino al 29 ottobre coinvolge anche...
20/09/2017 - Montefalco
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
Il latte materno è solo nutrimento per il neonato? Qual è il ruolo dell’ostetrica nella fase di allattamento? Può...
20/09/2017 - Bastia Umbra
ico video
Per capire innanzitutto come poter accelerare il processo di ricostruzione post terremoto, si sono riuniti a Foligno...
18/09/2017 - Foligno