SOCIETÀ
  by  Published: giovedì 26 aprile 2018 15:03:07

Festa di Liberazione a Todi, una città e due manifestazioni il 25 aprile

Dopo polemiche per mancata concessione del patrocinio da parte del comune all’Anpi. La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini a entrambe le celebrazioni

  • Festa della Liberazione a Todi
(AVInews) – Todi, 24 apr. – Una città due manifestazione per un’unica ricorrenza. Potrebbe essere questa la sintesi delle celebrazioni per la festa della Liberazione tenutesi a Todi. Infatti, nella cittadina tuderte ci sono state due celebrazioni distinte: una istituzionale, organizzata dall’amministrazione comunale, e una ‘tradizionale’, organizzata dall’Anpi. Il motivo che ha spinto, per la prima volta, alla celebrazione separata è stato il mancato patrocinio del Comune alle celebrazioni organizzate, come sempre, dall’Associazione nazionale dei partigiani. Divisioni che hanno creato un clima non troppo idilliaco in città. Nei giorni scorsi per cercare di stemperare il clima e di ricomporre la frattura si erano mosse le istituzioni e gli ex sindaci con una lettera aperta al sindaco Ruggiano affinché ritornasse sui suoi passi e concedesse il patrocinio all’Anpi. Tentativo fallito e quindi due manifestazioni distinte. Anche se, è da sottolineare, i toni dei discorsi non sono stati aspri o duri. Il sindaco nel suo intervento si è detto “dispiaciuto per le polemiche, anche perché la festa del 25 aprile rappresenta e deve rappresentare la festa di tutti”.
La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, che ha partecipato ad entrambe le manifestazioni, nel suo intervento ha voluto sottolineare la centralità del 25 aprile per “riaffermare i valori che proprio grazie alla Liberazione sono stati alla base della scrittura della nostra ‘Carta costituzionale’, che non è semplicemente un insieme di norme, ma ci indica ogni giorno la ‘rotta’ che devono seguire l’Italia e gli italiani per mantenere sempre e costantemente vivi i principi di democrazia, libertà e uguaglianza. E soprattutto la devono seguire quanti rappresentano le istituzioni e le guidano”. Ma non è mancato, nel suo intervento, un accenno alla polemica che ha investito Todi. “Vorrei dire al sindaco e all’amministrazione comunale di Todi che non dobbiamo combattere solo i fascismi di ieri, perché – ha detto la presidente Marini – soprattutto chi sta nelle istituzioni deve combattere anche i fascismi di oggi”.
Al netto delle divisioni, tutto secondo il classico copione: deposizione di corone, squilli di tromba, inno nazionale, canti patriottici e cortei.

Agostino Marotti


ARTICOLI CORRELATI
SOCIETÀ
Si vuole porre l’attenzione sulla figura del professionista incaricato e sul suo equo compenso - Convegno con esperti dei settori bancario e immobiliare a...
13/10/2018 - Perugia
SOCIETÀ
Lo annuncia Ferruccio Bufaloni, amministratore unico di Umbria Tpl e Mobilità Spa - L’azienda: “autorizzata all’esercizio commerciale dall’Agenzia nazionale...
12/10/2018 - Perugia
SOCIETÀ
Due gli incontri promossi sabato 13 e domenica 14 ottobre su migrazione, sviluppo e cooperazione
10/10/2018 - Perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
EVENTI
La cooperativa è fornitrice ufficiale di latte Grifo...
17/10/2018 - perugia
EVENTI
Il trio romano, apprezzato dai giovanissimi, sarà a...
17/10/2018 - Trevi
EVENTI
Da Moretti Omero a Giano dell’Umbria si potrà assistere...
17/10/2018
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
Le elezioni indirette (alle urne andranno 831 tra sindaci e consiglieri di 59 comuni) si terranno mercoledì 31...
17/10/2018 - Perugia
ico video
Quasi trent’anni e nessuna voglia di invecchiare. Grifovet, petshop a Ponte San Giovanni di Perugia, ha deciso di...
16/10/2018 - Ponte San Giovanni di Perugia