SPORT
  by  Published: giovedì 10 maggio 2018 16:34:35

Al Driving challenge Safety campus trionfa il binomio sicurezza stradale-motorsport

Conclusa all’Autodromo di Vallelunga la 2ª edizione del progetto. Coinvolti 150 ragazzi di Umbria, Lazio, Emilia-Romagna e Puglia e autodromi di Imola e Magione

  • I ragazzi del Driving challenge con Ruggero Campi (al centro in basso)
  • Prova in pista
  • I ragazzi si preparano
  • Prova pit-stop
  • Prova skid
  • Prova in pista 1
  • Il podio. Da sinistra Lazio, Emilia-Romagna, Umbria
(AVInews) – Campagnano di Roma, 10 mag. – Ci si può innamorare del motorsport partendo da una lezione di guida sicura? E, viceversa, la passione per i motori può trasformarti in testimonial di sicurezza stradale? La risposta, assolutamente positiva, è arrivata ieri, mercoledì 9 maggio, dall’Autodromo di Vallelunga dove circa cinquanta ragazzi e ragazze provenienti da Umbria, Lazio, Emilia-Romagna e Puglia hanno affrontato l’ultima tappa stagionale del Driving challenge Safety campus.

Gli obiettivi del progetto. Il progetto di Aci Vallelunga, alla sua seconda edizione, è giunto infatti a conclusione raggiungendo in pieno gli obiettivi per cui era nato un anno fa: diffondere la cultura della sicurezza stradale, responsabilizzare i giovani al volante fornendo loro le conoscenze per affrontare i pericoli della strada e, allo stesso tempo, promuovere tra le nuove generazioni la passione per l’automobilismo sportivo. Il binomio guida sicura-guida sportiva, d’altronde, è stato il leitmotiv del progetto che quest’anno ha toccato, oltre all’impianto romano, anche gli autodromi di Imola e Magione e coinvolto complessivamente circa 150 studenti medi superiori e universitari.

Un nuovo modo di affrontare la sicurezza stradale. “Abbiamo messo in moto un sistema – ha commentato con soddisfazione Ruggero Campi, presidente dell’Automobile club Perugia – che, certamente, darà importanti risultati. È un modo innovativo per affrontare il tema della sicurezza stradale: abbiamo inserito un sano spirito competitivo, ma tutti i partecipanti hanno potuto arricchire il loro bagaglio culturale grazie a questi corsi di alto livello. Tutti loro sono adesso ambasciatori di guida sicura nelle proprie case, nelle proprie città e nelle proprie scuole, tra i propri coetanei e non. E, perché no, qualcuno di loro potrebbe anche divenire un vero e proprio pilota sportivo”.

Il tour. La manifestazione si è svolta in effetti come un vero e proprio campionato itinerante durante il quale, dopo aver ricevuto lezioni teoriche e pratiche di guida sicura, studenti dell’Iis ‘Cavour-Marconi-Pascal’ di Perugia, del Liceo delle scienze umane e liceo linguistico ‘Palumbo’ di Brindisi, dell’Università degli studi della Tuscia e del Campus di Ravenna si sono sfidati tra di loro sulle proprie capacità di guida. Dopo varie selezioni, sono giunte alla finale quattro squadre, una per ogni regione. Qui i ragazzi si sono confrontati in simulazioni di pit-stop, prove con skid e, momento più atteso dai ragazzi, nella corretta guida su pista a bordo di auto sportive da corsa.

I vincitori. Il titolo 2018 è andato al team romagnolo composto da Nicolò Benedetti, Daniele Pisciottu, Jacopo Zani, Veronica Biolcati e Margherita Rossi e guidato dalla professoressa Elena Fabbri. “Ci siamo divertiti un sacco – hanno confermato sul podio i ragazzi –. È stata un’esperienza indimenticabile e molto costruttiva. Molte volte ci troviamo in strada in situazioni di pericolo senza essere in grado di gestirle e, perciò, sono stati molto utili gli insegnamenti dei nostri istruttori. Ma è stata anche l’occasione per conoscere e fare amicizia con tanti ragazzi e ragazze”. Il team laziale, classificato secondo, era guidato dal professore Pierluigi Fanelli e composto da Roberto De Cesare, Daniele Marone, Lorenzo Paoletti, Aurora Piazzai e Marco Chiodo; quello umbro, al terzo posto, guidato dalla professoressa Antonella Piccotti e composto da Alessio Raschi, Gabriele Baffetti, Gabriele Bellavita, Romelda Shtara e Federico Pala; quello pugliese guidato dal dirigente scolastico Maria Oliva, accompagnato dal professor Morelli e composto da Angelica Carriere, Camilla Marra, Debora Monaco, Antonella Tamborrano e Denise Torre.

La passione per il motorsport. “L’entusiasmo che i ragazzi hanno messo in ogni tappa e in ogni prova – ha affermato Francesca Pasquino, vicepresidente dell’Autodromo dell’Umbria – ci ha emozionato e fatto ricordare le vere ragioni per cui siamo entrati nel mondo del motorsport. I ragazzi ci hanno, inoltre, indicato la strada migliore per perseguire la nostra mission: promuovere lo sport automobilistico unitamente alla guida sicura”. L’appuntamento è adesso al prossimo anno, con una nuova edizione che, a quanto annunciato, si configura ancora più ampia e appassionante.

Nicola Torrini


ARTICOLI CORRELATI
SPORT
La squadra perugina milita in serie A. Il campionato prende il via il 14 ottobre. Martedì 25 settembre, alle 11, nella sala Rossa di palazzo dei Priori
21/09/2018 - Perugia
SPORT
L’associazione sportiva perugina invita tutti nella palestra di Madonna Alta dal 24 settembre. Corsi per ogni età, 500 metri quadrati di superficie...
21/09/2018 - Perugia
SPORT
Nato dall’accordo tra la Bartoccini Gioiellerie Perugia e la School Volley. Sabato al PalaBarton di Perugia oltre 400 atleti in 30 gruppi dalla A2 al minivolley
20/09/2018 - perugia
ULTIME NEWS
TUTTE LE NEWS
SPORT
La squadra perugina milita in serie A. Il campionato...
21/09/2018 - Perugia
EVENTI
Proseguono gli spettacoli western e domenica tutti in...
21/09/2018 - Perugia
ECONOMIA
Nell’ambito del progetto ‘Futuro nel verde’ che si pone...
21/09/2018 - perugia
ULTIMI VIDEO
TUTTI I VIDEO
ico video
L’orticoltura urbana come veicolo d’integrazione e inclusione socio-economica dei migranti, nel tessuto sociale e...
21/09/2018 - Perugia
ico video
I Primi d'Italia, il Festival nazionale dei primi piatti, torna a Foligno dal 27 al 30 settembre e per l’occasione...
19/09/2018 - foligno